FANDOM


de L'Occhio del Mondo

File:Icon-sunburst.gif


PDV Perrin – Perrin odia la sua ascia e vorrebbe gettarla via ma Elyas lo ferma. Il ragazzo si domanda se con quella potrebbe uccidere Egwene oppure se stesso. I lupi inviano un messaggio – un uomo con un odore malvagio si sta avvicinando[1]. Elyas si allontana velocemente e Perrin ed Egwene si nascondono dietro ad una grande mano che fa parte di una statua di Arthr Hawkwing.

Un’unità di Manti Bianchi si sta avvicinando. Dapple, Wind e Hopper fuggono. Perrin percepisce la vicinanza di Elyas anche se non riesce a vederlo. I Manti Bianchi li scoprono e gli ordinano di farsi avanti. Hopper li attacca e ne uccide uno ma viene ucciso a sua volta[2].Perrin li attacca con la sua ascia ma viene messo fuori combattimento.

Più tardi, quella stessa notte, Perrin si sveglia in una tenda con Egwene e Geofram Bornhald[3]. Il mobilio della tenda è abilmente intarsiato, Haral Luhhan o Mastro Aydear, il falegname, lo avrebbero apprezzato. Perrin ed Egwene sono entrambi legati mani e piedi e Geofram Bornhald ha preso tutte le loro cose, compresa la moneta di Tar Valon datagli da Moiraine.

Jaret Byar[4] entra nella tenda e parla di nove uomini abbattuti, ventitre feriti e trenta cavalli morti. Aggiunge di avere fatto scuoiare il lupo che era con loro. A queste parole Perrin senza rendersene conto ringhia e si dibatte ma le corde non cedono. I due ragazzi vengono accusati di essere Amici delle Tenebre; Bornhald parla di uomini che corrono coi lupi e parlano con loro e con altre creature del Tenebroso. Perrin replica che i Lupi odiano il Tenebroso, i Trolloc e i Fade. Egwene, gurdandosi bene dal fare il nome d Elyas, afferma che un Custode le ha detto che i Trolloc temono i lupi. Alla parola Custode però Bornhald sostiene che anche i Custodi, al servizio delle streghe di Tar Valon, servono l'Ombra.

I Manti Bianchi hanno un programma prefissato per raggiungere Caemlyn[5]. Perrin può avvertire la presenza di Elyas e dei lupi. I loro effetti personali vengono restituiti tranne, purtroppo, la sua ascia. Geofram Bornhald menziona suo figlio Dain poi dice loro che dovranno essere portati in Amador, dopo Caemlyn e che Egwene potrà essere liberata se deciderà di pentirsi ma che Perrin verrà probabilmente impiccato per aver ucciso due Manti Bianchi.


NoteModifica

  1. Non è chiaro se tutti i Manti Bianchi hanno lo stesso odore di malvagità oppure se i lupi si riferiscono a qualcuno di particolare in questo gruppo.
  2. -Perrin si sentì invadere dal dolore e urlò, un urlo senza parole che aveva qualcosa del latrato di un lupo. Senza riflettere si lanciò all'attacco, continuando ad urlare.-[..]-Qualcosa gli si abbattè sulla testa e , nel cadere, Perrin non seppe se a morire era stato Hopper o lui stesso-
  3. Lord Capitano dei Figli della Luce.
  4. Un ufficiale dei Manti bianchi.
  5. Si trovano nel mezzo al niente. Da dove iniziare? E perché è così urgente? Le aes Sedai si stanno dirigendo a Caemlyn per esporre Logain? Quando Geofram Bornhald parla di Caemlyn è infastidito come se sapesse che Morgase sta per essere detronizzata(LGC, Cp.5).





Capitolo precedente: L'Occhio del Mondo Capitolo successivo:
Cap 29: Occhi Spietati Cap 31: Guadagnarsi la Cena