FANDOM


Nella saga fantasy La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan, Mesaana è una dei Reietti (che si definiscono tra di loro come i Prescelti), è cioè una dei campioni dell’Ombra, nemici del Drago Rinato e degli altri campioni della Luce. Viene descritta di bell’aspetto ma non eccezionalmente bella (come Lanfear, Graendal o Semirhage), con uno sguardo sognante, begli occhi blu e capelli scuri; ha una voce squillante ed è più alta della media delle donne.

Mesaana Black.png

Nell’Epoca LeggendariaModifica

Rispetto ad altri Reietti, si sa ben poco di Mesaana, prima che si votasse all’ombra. Nell’Epoca Leggendaria Saine Tarasind (questo il suo vero nome), contrariamente ad altri tra i Prescelti, non brillò particolarmente come Aes Sedai, tanto è vero che non le venne attribuito il terzo nome onorifico, come agli altri. Saine infatti cercò di ottenere una buona posizione nel prestigioso centro di ricerche del Collam Daan, ma fallì, ottenendo solo una posizione secondaria in qualità di insegnante.

Durante la Guerra del Potere Mesaana divenne una delle amministratrici dei territori conquistati dall’Ombra, rivelandosi come una governante terribilmente efficiente e brutale. In molti dei territori da lei amministrati la Reietta fondò numeroso scuole per bambini, per creare fedeli servitori dell’Ombra, completamente soggiogati al potere del Tenebroso attraverso terribili e crudeli insegnamenti: in queste scuole insegnava agli scolari a competere, nell’infierire il maggior male possibile, ad esempio insegnò loro a spiarsi l’un l’altro ed a spiare persino i propri genitori, quindi a denunciare ogni attività ritenuta illegale. Inoltre impiegò folle inferocite di questi ragazzi per incendiare musei, biblioteche, centri di ricerca, ogni cosa che distraesse dall’insegnamento dei principi del Tenebroso. Questi ragazzi venivano anche impiegati come giudici nei confronti degli adulti, che spessissimo venivano condannati a sentenze crudeli, prima di essere giustiziati.

Dopo che Mesaana, insieme agli altri Reietti, restò imprigionata a Shayol Ghul, numerosissimi di questi ormai folli “Ragazzi di Mesaana” contribuirono non poco a disseminare il caos durante la Frattura nel Mondo.

Nella saga della Ruota del TempoModifica

Dopo il risveglio dal suo sonno millenario, Mesaana, mascherando le sue fattezze e la sua capacità di incanalare, si è stabilita nella Torre Bianca, dentro la quale manovra abilmente le Aes Sedai, in particolare quelle appartenenti all’Ajah Nera, attraverso il loro capo: Alviarin Freidhen. Mantenendo un profilo piuttosto basso, Mesaana ha rinnovato il suo antico patto di collaborazione con Demandred e Semirhage, di non farsi guerra l’un l’altro finché gli altri Reietti non saranno abbattuti, ed in effetti questi tre (assieme a Graendal) sono quelli che, nel corso della saga, hanno mantenuto più a lungo la loro posizione occulta.

Possono però esserle attribuite le macchinazioni che hanno portato alla deposizione dell’Amyrlin Seat Siuan Sanche e la spaccatura della Aes Sedai in due gruppi rivali; inoltre rimane coinvolta, assieme a Be'lal, nel tentativo di cattura di Rand al'Thor nella Pietra di Tear. Sicuramente in seguito manovra l’Ajah Nera ed Elaida nell’organizzare la cattura del Drago Rinato da parte dell’Ambasciata di Aes Sedai a Cairhien, che porterà al disastro dei Pozzi di Dumai.

Quando Mesaana si presenta ad Alviarin, il capo dell’Ajah Nera, lo fa mascherandosi dietro una barriera di illusioni visive e sonore. Ma una volta Alviarin ha potuto osservare, al di là delle illusioni, un lembo della veste di Mesaana e quindi ha ora la chiave per scoprire l’identità dietro alla quale la Reietta si nasconde. Robert Jordan ha affermato che si tratta di un personaggio già apparso, perciò, dal colore bronzeo della veste osservata da Alviarin, è stato ipotizzato che possa essere una sorella dell’Ajah Marrone, in particolare Gabrelle. Altre speculazione hanno ipotizzato che possa nascondersi dietro le sembianze delle rosse Tsutama o, con molte meno probabilità, Tarna.

Ultimamente Mesaana è stata severamente punita dal misterioso super Myrddraal Shaidar Haran, a nome del Tenebroso, per aver disertato a numerose riunioni dei Reietti e soprattutto per non essere intervenuta nel corso della battaglia per la Pulitura di Saidin. Nel prologo del Libro XII Mesaana si vanta di avere in mano tutte le Aes Sedai, sia quelle dentro la Torre che le ribelli. In seguito si presenta a Sheriam, le ordina di appoggiare l'elezione di una sostituta di Egwene e poi di rubare i ter'angreal per viaggiare nel Mondo dei Sogni. Alla fine del libro, probabilmente sorpresa dall'attacco Seanchan, non può però impedire la riunificazione della Torre sotto l'autorità di Egwene e lo smantellamento dell'Ajah Nera.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale