FANDOM


Samitsu Tamagowa è una Aes Sedai dell'Ajah Gialla; viene descritta come sorella graziosa, con occhi nocciola e capelli neri, acconciati con i campanelli tipici del suo paese, l'Arafel; viene considerata tra le migliori guaritrici esistenti, infatti è una delle pochissime incanalatrici ad avere il talento di saper regolare l'intensità del flusso della guarigione per adattarlo ad esigenze diverse (se infatti il paziente fosse troppo debole, l'utilizzo di un flusso forte e non regolato potrebbe ucciderlo, anziché guarirlo) inoltre a indirizzarlo solo sulla parte malata, anziché investire genericamente l'intero corpo; Samitsu viene descritta come portata come leader, ha però il difetto di dover essere rassicurata di tanto in tanto sulle sue capacità; è amica di Cadsuane Melaidhrin e contribuisce a salvare Rand dalla ferita contaminata, infertagli da Padan Fain; Cadsuane in seguito la lascia a Cairhien a gestire la situazione del regno, ma Samitsu si trova sempre più in difficoltà ad affrontare i problemi quotidiani, anche per le interferenze delle Sapienti Aiel e di Sashalle, la sorella Rossa guarita dalla quietatura; nel Prologo del libro decimo riesce a guarire quasi per miracolo Lord Dobraine Taborwin, che ha subito un attentato; nello stesso libro segue Loial, Logain e Lord Davram Bashere fin dal Drago Rinato, che si riposa nell'est di Tear; laggiù Samitsu informa brevemente Cadsuane sulle sorelle legate come Custodi da parte degli Asha'man di Logain e si lamenta della situazione che si è venuta a creare a Cairhien; la anziana Sorella verde deve perciò rincuorarla, prima di rimandarla lì a tenere d'occhio Sorilea e soprattutto le Sorelle ex fedeli di Elaida, che hanno giurato fedeltà al Drago

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale