FANDOM


Talmanes Dalovinde è uno dei personaggi della saga fantasy La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan; egli è un nobiluomo Cairhienese di alcuni anni più vecchio di Mat Cauthon, più basso di lui e asciutto; prima di incontrare Mat, Talmanes era un ufficiale di cavalleria e, come era tipico dei militari del suo paese, porta la fronte rasata ed impomatata. Il suo con sono tre stelle gialle su campo blu, mentre il suo stemma è una volpe nera.

Vicende di TalmanesModifica

Talmanes e Mat si incontrano nel corso del Libro V: Mat vorrebbe sottrarsi alla battaglia che si svolge attorno a Cairhien tra gli Shaido e le forze del Drago Rinato, ma alla fine resta coinvolto proprio per cercare di salvare le truppe guidate da Talmanes e da altri, finiti in trappola. Una volta portati vittoriosamente in salvo Talmanes e gli altri diventano inseparabili da Mat, gli giurano fedeltà e diventando il nucleo attorno al quale si sviluppa poi la Banda della Mano Rossa.

Quindi Talmanes segue tutte le vicende di Mat e della Banda da quel momento in poi, assumendo il comando del Primo Stendardo di Cavalleria. Nel Libro VI, quando Mat deve andare ad Ebou Dar assieme a Nynaeve, Elayne ed altre, lascia il comando della Banda a Talmanes, con l'ordine di scortare da una certa distanza, Egwene, le Aes Sedai ribelli ed il loro esercito, cosa che Talmanes esegue fedelmente.

Durante questo inseguimento a distanza, la Banda al comando di Talmanes si ingrossa, reclutando nuovi soldati lungo il cammino, finché, sul confine tra l'Andor ed il Murandy, si arriva all'incontro di Egwene con un gruppo di grandi Lord Andorani e Murandyani. Durante quell'evento Talmanes riesce ad avere un breve colloquio con la giovane Amyrlin, pronta a viaggiare verso Tar Valon; Talmanes capisce quindi che da lì in avanti deve abbandonare quel rischioso inseguimento e prendere un'altra via, perciò decide di rimanere nel Murandy, mettendosi segretamente al servizio di re Reodren e continuando nel frattempo ad ingrossare la Banda con nuovi reclutamenti.

Nel corso del Libro XI c'è il ricongiungimento tra Mat ed una parte della Banda: Talmanes infatti dal Murandy si dirige in Altara con la parte più mobile e leggera della Banda, lasciando Daerid ed Estean al comando del resto, con l'ordine di portarsi in Andor. Mat sfrutta perciò ciò che ha a disposizione della Banda (compreso un nuovissimo e veloce sistema di caricamento delle balestre, da poco inventato ed adottato da Talmanes), nel corso della sua spettacolare Campagna in Altara contro i Seanchan, per cercare di aprirsi una via di fuga.

Durante il viaggio verso l'Andor nel Libro XII, Talmanes resta coinvolto assieme a Mat ed altri, nella Bolla di Male che colpisce il villaggio di Hinderstap ma riesce a salvarsi, quindi attraverso un portale di viaggio, aperto da Verin, la Banda raggiunge Caemlyn, dove la restante parte dell'esercito, guidata da Daerid ed Estean, era già arrivata.

Nel Libro XIII Talmanes accompagna Mat al Palazzo Reale di Caemlyn, per incontrare Elayne e contrattare la costruzione dei dragons di Aludra; quindi dà di nuovo un aiuto fondamentale a Mat durante la sua lotta per sconfiggere il Gholam. Quando in seguito Mat parte per la Torre di Ghenjei, lascia ancora a Talmanes il comando della parte di Banda rimasta accampata al di fuori delle mura di Caemlyn. Nell'epilogo del libro, Talmanes, nella sua tenda nell'accampamento, gioca distrattamente con Olver a Volpi e Serpenti, quando incredibilmente il ragazzino riesce a vincere. Poi Olver apre la lettera di Verin che annuncia l'invasione Trolloc sulla città attraverso una Porta delle Vie Ogier; turbato Talmanes esce dalla tenda e osserva sconvolto che la capitale dell'Andor è già preda delle fiamme, perciò chiama a raccolta le truppe per cercare di evitare che i Trolloc si impadroniscano del deposito dei dragons.

Metà dell'intero prologo del Libro XIV è dedicato a Lord Talmanes che con la Banda si prodiga nel salvare i dragons e nel far fuggire i profughi da Caemlyn, ormai in preda alle fiamme ed alla Progenie dell'Ombra. Talmanes si assicura dapprima il controllo della porta sud della città ed ottenuto l'aiuto di un gruppo di mercenari, anche di quella ovest. Durante queste operazioni viene però ferito da un Fade con una spada contaminata, il cui veleno inizia ad ucciderlo lentamente. Viene raggiunto dal Capitano Guybon e da una donna del Kin, che gli spiegano la situazione disperata della città. Assieme raggiungono Aludra che ha salvaguardato i dragons con l'aiuto di una parte della popolazione. Circondati dai Trolloc, Talmanes decide di abbattere una parte delle mura per assicurarsi una via di fuga.

Nel capitolo successivo la notizia di ciò che sta accadendo a Caemlyn, raggiunge il Campi di Merrilor ed i primi soccorsi vengono inviati, mentre Talmanes, ormai morente, viene portato al cospetto della regina Elayne e dell'Amyrlin Egwene. Quest'ultima si assicura di persona che Nynaeve lo guarisca. Perciò, pur con un notevole sforzo, pare che Nynaeve riesca alla fine a salvarlo. Nel corso dell'Ultima Battaglia Talmanes si occupa di comandare i reparti di artiglieria sui vari fronti, trovando infine anche un modo molto intelligente per colpire i nemici da un luogo segreto, attraverso portali di viaggio, preservando così le artiglierie dagli incanalatori avversari.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale